Patchwork mania: sedie, poltrone e divani

Uno dei trend del momento nell’arredamento è il patchwork. Si tratta di una tecnica particolare di accostamento di diversi tipi di di texture e colori, solitamente vari tessuti vengono divisi in piccoli quadrati e cuciti insieme, creando un insieme di toppe.

Il patchwork solitamente viene utilizzato per dare tono e ravvivare gli ambienti, donando un tocco di colore.

La cosa più importante da tenere in considerazione, quando si acquista un oggetto con la tecnica patchwork è guardare bene come sono state realizzate le cuciture. Quest’ultime diventano un vero e proprio elemento decorativo, essenziali per una buona riuscita di un prodotto.

Ultima frontiera del patchwork è, invece, l’utilizzo di stili differenti, che permettono di scoprire un nuovo linguaggio estetico, inedito e personale. Un mix di strisce asimmetriche intervallate a morbidi velluti, lana accostata al cotone, stampe geometriche in coppia con stampe floreali.

Diciamo che ce n’è davvero per tutti i gusti!

Un po’ di storia …

L’accostamento di tessuti e colori diversi veniva utilizzata già 500 anni fa, in Inghilterra quando le donne inglesi creavano, con l’utilizzo di abiti e biancheria dismessi, dei veri e propri capolavori del tessile. Poi questa tecnica fu esportata in America e successivamente diffusa in tutto il resto del mondo. A quei tempi, qualsiasi ritaglio di stoffa era molto prezioso, perciò era comune conservare le parti in buono stato di vestiti e tessuti per la casa, con l’intento di creare altri capi.

Inizialmente, venivano usati lana e cotone per il patchwork, ma con il passare degli anni vengono utilizzati anche altri tipi di tessuti, come la pelle e il cuoio.

Arredare con il patchwork

La tendenza in questi ultimi anni, il patchwork, viene utilizzato per arredare e rivestire sedie, divani, poltrone relax e reclinabili, cuscini, etc, ma non solo anche coperte, tovaglie e tanto altro. L’effetto che si vuole dare è principalmente quello vintage. I colori maggiormente utilizzati sono quelli caldi, come il rosso, l’arancione e il giallo. I designer utilizzano sia le tinte unite, che le stampe di vario genere.

Numerosi sono i siti che vendono sedie, poltrone, divani di ogni genere, che rispondono ai requisiti di questa tecnica. I prezzi dei diversi oggetti sono molto variabili, dai 80 euro per una sedia fino ai 150 euro per una poltroncina.

Per maggiori info clicca qui